Cosa fare se l’interruttore automatico scatta

Cosa fare se l'interruttore automatico scatta

 

Cosa fare se l’interruttore automatico scatta

Interruttore automatico

Gli interruttori automatici sono interruttori realizzati per proteggere i circuiti elettrici da danni da sovraccarichi elettrici o corto circuiti.

Fondamentalmente, la corrente elettrica fluisce nella tua casa nella scatola dell’interruttore (di solito costruita nel garage o nel seminterrato della casa) dove viene suddivisa in una serie di circuiti e inviata in tutta la casa.

Per le stanze che necessitano solo di energia elettrica per piccole cose come apparecchi di illuminazione e televisori, di solito sono necessari solo circuiti da 15 amp. Per le stanze con elettrodomestici più grandi, come la cucina o il bagno, di solito avrai circuiti da 20 amp. Alcuni apparecchi, come il forno o l’asciugatrice, consumano talmente tanto energia che necessitano di circuiti da 30 – 50 A tutti! Quando si dice che un interruttore “scatta”, significa che il circuito ha rilevato ciò che è noto come una condizione di guasto e si è spento per evitare che il cablaggio si surriscaldi e potenzialmente si accenda da solo.

Il ripristino di un interruttore automatico in genere è piuttosto semplice: devi solo tornare al quadro elettrico, trovare il circuito che non è rivolto nella stessa direzione del resto e riportarlo all’impostazione originale. Se l’interruttore si blocca di nuovo subito dopo averlo fatto, questo è un problema: dovrai capire la causa del problema prima di poterlo risolvere.

Se l’interruttore automatico scatta subito dopo essere stato ripristinato, potresti riscontrare uno dei tre problemi:

1. un circuito sovraccarico
2. un corto circuito
3. un errore di messa a terra

Circuito sovraccarico

Un circuito sovraccarico è il problema più probabile che potrebbe far scattare gli interruttori. In termini semplici, significa che c’è più corrente che fluisce attraverso il circuito di quanto non sia fatto per trasportare, quindi si spegne per fermare qualsiasi danno.

Quando stai cercando un circuito sovraccarico, prova a trovare eventuali apparecchi sul circuito sovraccarico che utilizzino più elettricità di quella consentita dal circuito. Presta particolare attenzione ad oggetti come riscaldatori di spazio, tostapane, piastre per asciugacapelli, ecc. – Queste cose tendono a consumare più energia.

La soluzione per le correnti sovraccariche è piuttosto semplice: basta scollegare le cose che non si utilizzano! Se questo non risolve il problema, chiama un elettricista professionista: potresti avere connessioni allentate da qualche parte nella casa, anche se questo è piuttosto raro.

Corto circuito

Se il problema non è causato da un circuito sovraccarico, molto probabilmente è un corto circuito. I corto circuiti sono un problema leggermente più grave dei circuiti sovraccarichi, che si verificano quando il filo caldo (nero) tocca un altro filo caldo o neutro. Il modo più sicuro per sapere se si verifica un corto circuito è innanzitutto verificare se i cavi di alimentazione sono danneggiati o una copertura fusa (assicurarsi innanzitutto che l’apparecchio sia scollegato) e che le prese di corrente o le spine non presentino scolorimento o odore di bruciato. Se non riesci a individuare il problema, assumi un urgente elettricista 24H per dare un’occhiata.

Guasto a terra

Se hai esaminato le altre due possibilità e verificato i problemi, ma non pensi di avere un sovraccarico o un corto circuito, dovresti verificare se un guasto a terra sta causando i tuoi problemi. Esiste un errore di messa a terra quando il filo caldo (nero) tocca il filo di terra (nudo) o le pareti di una scatola di uscita metallica. Se hai un guasto a terra, contatta Pronto Intervento Elettricista PerugiaI urgenti elettricisti sono pronti per qualsiasi emergenza elettrica che puoi avere. Siamo disponibili 24 ore su 24 ogni giorno dell anno chiama al 0759697734!

Related Posts

Write a comment